Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_berna

Cooperazione militare

 

Cooperazione militare

 

Cooperazione militare

Ufficio dell'Addetto per la Difesa, l'Esercito e l'Aeronautica

In Svizzera è accreditato un "Addetto per la Difesa" che risiede a Parigi, dipende dallo Stato Maggiore della Difesa (SMD) e rappresenta il Ministro della Difesa Italiano, lo Stato Maggiore della Difesa e due Forze Armate: Esercito e Aeronautica.       
L'Addetto per la Difesa ha lo "status" diplomatico previsto dalla Convenzione di Vienna del 2 marzo 1961.

Funzioni
L'attività dell'Addetto Militare tende a curare gli interessi italiani in Svizzera nel campo della Difesa:

  • seguendo la politica militare e la situazione generale del Paese per i risvolti di interesse della Difesa;
  • svolgendo attività di coordinamento con le Autorità Militari svizzere fornendo assistenza alle Delegazioni nazionali e/o Unità delle Forze Armate italiane nel caso di visite, incontri, esercitazioni ecc.;
  • agevolando lo sviluppo dei rapporti bilaterali e degli scambi conoscitivi con gli Addetti per la Difesa di altre Nazioni accreditati in Svizzera;
  • costituendo punto di contatto per qualsiasi esigenza veda interessati, o si supponga debba coinvolgere: Enti, Comandi od Unità dipendenti dal Ministero della Difesa o le analoghe strutture svizzere, nonché agevolando l'attività promozionale svolta da Società dell'industria nazionale degli armamenti.

 

 

Accordi bilaterali nell'ambito della cooperazione militare

Memorandum d'Intesa (MOU) tra il Governo della Repubblica Italiana e il Consiglio Federale Svizzero relativo alla cooperazione per i materiali della Difesa.
Firmato a Bruxelles il 6 novembre 2003 (Per l'Italia, l'Ammiraglio Giampaolo DI PAOLA, Direttore Nazionale degli Armamenti - Per la Svizzera, l'Ing. Alfred MARKWALDER, Capo di ARMASUISSE). 
La Svizzera ha notificato l'avvenuto espletamento delle procedure interne per l'entrata in vigore del MOU in data 2 aprile 2004. L’Italia ha notificato, a sua volta, in data 4 marzo 2008, l’avvenuto espletamento delle procedure di ratifica e, quindi, l’entrata in vigore nella medesima data.

Accordo tra il Governo della Repubblica Italiana e il Consiglio Federale della Confederazione Svizzera sulla effettuazione di attività congiunte di addestramento e formazione militare delle rispettive Forze Armate.
Firmato a Berna il 24 maggio 2004 dall'On. Ministro della Difesa Antonio MARTINO e dal Consigliere Federale e Capo del Dipartimento Federale della Difesa Samuel SCHMID.
La Svizzera ha notificato l'avvenuto completamento della procedura di ratifica dell'Accordo in data 25 agosto 2004. L’Italia ha notificato l’avvenuto completamento della procedura di ratifica dell’accordo con Legge 6 marzo 2006 n. 120 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 27 marzo 2006.

Accordo di Sicurezza tra il Governo della Repubblica Italiana ed il Consiglio Federale Svizzero per la reciproca tutela delle informazioni classificate. 
L’accordo è entrato in vigore il 1 dicembre 2006.

Accordo tra la Confederazione Elvetica e l’Italia sulla cooperazione in materia di sicurezza aerea contro le minacce aeree non militari.
L’accordo è stato ratificato dai due Paesi rispettivamente in data 31 agosto 2005 e in data 8 febbraio 2006.

Difesa
Esercito
Aeronautica

 


21